Mascherina
Mascherina
Attualità

Quarantena, le regole per chi entra in contatto con un positivo

Le novità dell'ultima circolare del Ministero della Salute

Con l'arrivo della terza dose e il diffondersi della variante Omicron oltre ai contagi è cresciuta anche la confusione sulle regole da osservare in caso di contatto stretto con una persona risultata positiva.

A chiarire ogni dubbio è l'ultima circolare dal Ministero della Salute che prevede periodi di quarantena diversi per vaccinati e non vaccinati e, come riportato nel testo in allegato, differenzia i contatti stretti (ad alto rischio) da quelli a basso rischio.

Circolare Ministero Salute by C. Giuseppe Pastore on Scribd



Dieci giorni di isolamento per le persone non vaccinate
Il periodo di quarantena previsto per le persone non vaccinate che siano entrate in stretto contatto con una persona risultata positiva al Covid-19 resta di 10 giorni. Al termine dell'isolamento è necessario, in ogni caso, risultare negativi ad un tampone molecolare o antigenico. In caso contrario, la quarantena viene prolungata fino alla negatività del test.

Le stesse regole si applicano anche per chi non ha completato il ciclo vaccinale (quindi per chi ha fatto una dose su due) oppure per chi ha fatto entrambe le dosi, ma dall'ultima somministrazione siano passati meno di 14 giorni. In questi casi, infatti, la quarantena prevista è di 10 giorni e si interrompe solo dopo un test negativo.

Quarantena breve per i vaccinati
Il periodo di quarantena scende a soli 5 giorni per chi ha fatto le due dosi di vaccino da più di 4 mesi e, dopo aver avuto un contratto stretto con una persona positiva, risulta asintomatico.

Quando non è obbligatorio l'isolamento

Nessun periodo di isolamento, invece, è previsto per chi ha già ricevuto la terza dose di vaccino e non avverte sintomi dopo aver avuto un contatto con un positivo. La quarantena non è prevista neanche per chi abbia ricevuto due dosi di vaccino da meno di 4 mesi o, sempre nei 120 giorni precedenti, sia guarito dal Covid.

In questi casi, pur non essendo previsto un periodo di quarantena, il soggetto deve sottoporsi ad un'auto-sorveglianza di cinque giorni. Questo significa che se in questo lasso di tempo dovessero sorgere sintomi, sarà necessario sottoporsi a tampone per scongiurare ogni dubbio.
  • Coronavirus
Altri contenuti a tema
Covid in Puglia, stabile il dato dei ricoverati Covid in Puglia, stabile il dato dei ricoverati Attualmente positivi sempre in calo e vicini a quota 40 mila
Covid in Puglia, 16 decessi rilevati nelle ultime ore Covid in Puglia, 16 decessi rilevati nelle ultime ore Stabile il dato dei ricoverati
Covid, meno di 450 ricoverati in Puglia Covid, meno di 450 ricoverati in Puglia Tasso di positività ai test superiore al 15% nelle ultime ore
Covid, attualmente positivi sotto quota 50 mila in Puglia Covid, attualmente positivi sotto quota 50 mila in Puglia 8870 decessi dall'inizio dell'emergenza
Covid, 23 decessi registrati in Puglia nelle ultime ore Covid, 23 decessi registrati in Puglia nelle ultime ore Netto calo dei ricoverati
Covid in Puglia, attualmente positivi vicini a quota 50 mila Covid in Puglia, attualmente positivi vicini a quota 50 mila 6 i decessi registrati nelle ultime ore
Covid in Puglia, scendono i ricoverati nelle ultime ore Covid in Puglia, scendono i ricoverati nelle ultime ore Stabile il dato degli attualmente positivi
Covid in Puglia, ricoverati stabili intorno a quota 500 Covid in Puglia, ricoverati stabili intorno a quota 500 Circa 55 mila gli attualmente positivi
© 2001-2022 MargheritaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
MargheritaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.