Ulivo
Ulivo
Territorio

Furti negli uliveti, Confagricoltura Bat chiede l'intervento delle autorità

Il presidente Massimiliano Del Core: «Proveremo a fare proposte per risolvere il grave problema»

Nei giorni scorsi la Confagricoltura Bari-Bat ha inviato una richiesta di incontro con le autorità competenti per discutere sull'ordine pubblico, «a seguito dell'intensificarsi del fenomeno di furti nelle campagne in particolare del nord barese».

«La questione è molto critica per via della stagione, in piena fase di vendita del prodotto. Dopo gli ultimi episodi di cronaca, questo scenario porta a ritenere che nelle prossime settimane l'intera zona della provincia Bat potrebbe trovarsi ad affrontare una situazione molto pericolosa tra furti di rimorchi agricoli contenenti olive da olio, assalti alle cisterne in uscita dai frantoi e furti direttamente nei fondi agricoli. Pertanto si delinea la necessità di istituire una task force in emergenza per contrastare il fenomeno dei furti» ha sottolineato l'associazione nella nota.

Il presidente Massimiliano Del Core ha poi commentato: «Abbiamo convocato un tavolo tecnico per provare a fare proposte per risolvere questo grave problema che attanaglia il nostro territorio. Cercheremo insieme di ragionare sulla questione e cercare soluzioni che possano aiutare i nostri associati e tutti gli agricoltori. Nonostante gli attuali controlli nelle zone agricole, c'è un costante timore. Non è semplice controllare l'intera area, ma intensificare la sicurezza è possibile».
  • Confagricoltura
Altri contenuti a tema
Massimo Del Core nuovo presidente Confagricoltura Bari-Bat Massimo Del Core nuovo presidente Confagricoltura Bari-Bat 46 anni, succede a Michele Lacenere. «Un dovere essere accanto alle nostre aziende soprattutto in questa fase»
© 2001-2023 MargheritaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
MargheritaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.