Guardia costiera
Guardia costiera
Cronaca

Vasta operazione di contrasto alla pesca illegale della Guardia Costiera

Fermato parcheggio anche nelle acque in direzione di Margherita di Savoia

Una vasta operazione di contrasto alla pesca illegale è stata condotta dalla Guardia Costiera sotto indicazione del 6° Centro di Controllo Area Pesca di Bari. Il primo intervento è stato operato nello specchio d'acqua antistante al comune di Margherita di Savoia, dov'è stato intercettato un peschereccio intento alla pesca a strascico abusiva. Al comandante sono state comminate sanzioni per 5mila euro. Dursnte il monitoraggio di tutto il litorale compreso fra Manfredonia e Bari sono emersi altri illeciti. A Savelletri, nel corso di verifiche del pescato sbarcato in banchina, sono stati rinvenuti 40 chili di prodotto ittico (triglie, gamberi, moscardini) al di sotto della taglia minima consentita. Per il comandante una sanzione di 4 mila euro oltre al sequestro di tutto il prodotto.

A largo di Brindisi, invece, a cadere nella rete dei controlli è stato un peschereccio di Monopoli, sorpreso dagli uomini della Guardia Costiera in attività di pesca ad una distanza dalla costa superiore a quella consentita dalla licenza di pesca e privo a bordo della figura del comandante. Un reato grave dal quale è scaturita una denuncia all'autorità giudiziaria per abbandono del posto di comando. L'unità è stata trovata inoltre in possesso di reti illegali.
    © 2001-2019 MargheritaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
    MargheritaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.