Sacerdote
Sacerdote
Cronaca

Sesso e incontri gay con preti, nel dossier anche un sacerdote della diocesi di Trani

Il dossier attualmente nelle mani della Curia Arcivescovile Napoli svelerebbe lo scandalo a sfondo sessuale

Ci sarebbe anche un sacerdote appartenente alla Diocesi di Trani - Barletta - Bisceglie, cui appartiene anche Margherita di Savoia , nell'elenco di un corposo dossier di 1200 pagine con tanto di schede personali accompagnate talvolta da foto con date, messaggi e conversazioni in chat che testimonierebbero la doppia vita a sfondo sessuale di più di 50 uomini di Chiesa, per lo più appartenenti a diocesi che vanno dal Centro Italia al Sud.

Il fascicolo che è stato rivelato in anteprima dal dito Gaynews.it è stato altresì depositato presso la Cancelleria della Curia Arcivescovile Napoli che sta avviando un'indagine per accertare i fatti.

Nei documenti si fa riferimento a incontri sessuali, quasi tutti di natura omossessuale, avvenuti tra preti, seminaristi e religiosi anche a pagamento; si farebbe riferimento a festini hot, a incontri avvenuti in canonica, ad adescamenti avvenuti via chat e a vere orge.

"Detto materiale verrà opportunamente esaminato per essere trasmesso alle Diocesi interessate per le eventuali necessarie valutazioni'', è quanto affermato in una nota stampa della Curia partenopea.

Il dossier è stato messo a punto da un giovane escort, Francesco Mangiacapra, di Napoli, noto anche per aver partecipato a svelare la doppia vita del cosiddetto "Don Euro", ovvero don Luca Morini smascherato da un servizio televisivo andato in orda sulle Iene.

Mangiacapra avrebbe messo in luce soprattutto la fitta rete di incontri di natura sessuale intrecciata dagli interessati e il loro atteggiamento di sicurezza in cui danno libero sfogo ai propri vizi.

Nella lista diffusa da Gaynews.it comparirebbero anche 2 religiosi della Diocesi di Bari e 1 della Diocesi di Molfetta.

Attualmente i nomi non sono noti, così come non sono state divulgate le identità dei preti coinvolti e, per quanto concerne la nostra Diocesi, è doveroso specificare che il religioso in questione potrebbe non appartenere necessariamente a una chiesa di Margherita di Savoia .

Naturalmente si attendono riscontri dalla Curia che ben presto riceverà il materiale in possesso di quella napoletana.
    © 2001-2018 MargheritaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
    MargheritaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.