Asipu
Asipu
Territorio

L'Asipu di Corato per la risoluzione dell'emergenza rifiuti

Si punta alla salvaguardia dei livelli occupazionali dei lavoratori SIA

L'emergenza rifiuti che ormai da settimane sta attanagliando i nove comuni del basso tavoliere e della Valle dell'Ofanto aderenti al consorzio SIA potrebbe risolversi a breve anche grazie all'intervento dell'Asipu di Corato.

È quanto emerso nell'ultima riunione tenutasi a Margherita di Savoia ieri tra tutti i sindaci del consorzio, successiva alla riunione di lunedì in prefettura a Foggia.

Nella riunione si è convenuti che l'azienda del Comune di Corato potrà avere un ruolo determinante nella risoluzione dell'emergenza, giacché soggetto pubblico individuato per operare con la salvaguardia dei livelli occupazionali dei lavoratori con adeguamento dei contratti.

Ciascun Sindaco si è detto pronto ad avviare l'interlocuzione con Asipu affinché entro e non oltre 30 giorni si concluda l'operazione di trasferimento per quanto tiene i servizi relativi ai 9 comuni.

L'Asipu, stando a quanto riportato nella nota ufficiale del sindaco di Cerignola Franco Metta, presidente del consorzio, «si è dichiarata disponibile a intervenire per svolgere il servizio nei nove Comuni includendo nel proprio organico tutti i lavoratori di SIA. Questo a dimostrazione che stiamo sperimentando due soluzioni: quella di far continuare il servizio a SIA e di far ricevere ai dipendenti della medesima le dovute retribuzioni; quella di non chiudere la porta ad ASIPU che si è proposta per la continuazione del servizio. ASIPU ha già fatto sapere che, per la raccolta e lo spazzamento nei nove Comuni, avrebbe bisogno di contratti di servizio per un ammontare di 18 milioni annui. La riflessione fatta dai nove Sindaci porta alla considerazione che quei 18 milioni annui sono gli stessi che servono a SIA per proseguire dignitosamente nel servizio, con l'aggiunta che SIA è una società interna. Continuare sulla strada del concordato preventivo in continuità al fine di bloccare tutte le procedure esecutive ed avere un ampio respiro per rimettere in sesto la nostra azienda» sono le dichiarazioni del sindaco di Cerignola Metta.

«Entro 30 giorni ASIPU ci farà sapere quali saranno le condizioni, nel frattempo noi dobbiamo garantire la ripresa del servizio da parte di SIA con il noleggio dei mezzi utili per la raccolta e l'impiego del Nostro personale che deve ricevere gli stipendi. Se allo scadere dei trenta giorni la risposta di ASIPU dovesse ritenersi accettabile potremo continuare con ASIPU che assorbirebbe tutti i dipendenti di SIA. Se, invece, questa situazione non si venisse a creare o i Sindaci si convincessero che sia possibile continuare la strada con SIA sarà mia ferma intenzione indurre tutti i Sindaci a dare una mano a SIA piuttosto che dare i soldi delle tasse dei Nostri cittadini ad una azienda esterna» ha continuato Metta.

Il Commissario Straordinario dell'AGER, avv. Gianfranco Grandaliano, per l'impiantistica ha previst la possibilità di una Ordinanza ex art. 191 che affidi la gestione dell'impianto di biostabilizzazione ad ASECO.
  • Rifiuti
Altri contenuti a tema
Rifiuti, 3 sindaci: “Andiamo avanti secondo quanto stabilito in Prefettura” Rifiuti, 3 sindaci: “Andiamo avanti secondo quanto stabilito in Prefettura” I tre primi cittadini danno forfait all'incontro di Cerignola
L'Asipu di Corato salverà i lavoratori di SIA srl L'Asipu di Corato salverà i lavoratori di SIA srl A Foggia l'incontro risolutivo
Emergenza rifiuti, la questione arriva in Parlamento Emergenza rifiuti, la questione arriva in Parlamento Interrogazione del deputato di Fratelli d'Italia Marcello Gemmato
Caos rifiuti, i sindaci chiedono l'intervento dell'Esercito Caos rifiuti, i sindaci chiedono l'intervento dell'Esercito Il grido di allarme inoltrato ai prefetti e ai ministri
Emergenza rifiuti, Ventola: «Solo insieme si risolvono i problemi» Emergenza rifiuti, Ventola: «Solo insieme si risolvono i problemi» Stamattina vertice in Prefettura. Domani tavolo tecnico a Margherita di Savoia
Crisi rifiuti nella Valle dell'Ofanto, l'Asipu disponibile ad offrire il servizio Crisi rifiuti nella Valle dell'Ofanto, l'Asipu disponibile ad offrire il servizio Ieri riunione presso l'AGER tra i sindaci del Consorzio SIA
Greenpeace lancia Plastic Radar, contro i rifiuti sulle spiagge Greenpeace lancia Plastic Radar, contro i rifiuti sulle spiagge Una applicazione consente di segnalare la presenza di rifiuti di plastica
I rifiuti di Roma arriveranno in Puglia I rifiuti di Roma arriveranno in Puglia «Disponibilità derivante dall'aumento della percentuale di raccolta differenziata»
© 2001-2018 MargheritaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
MargheritaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.